come-usare-gli-oli-essenziali-in-modo-sicuro_

Come usare gli oli essenziali in modo sicuro

Gli oli essenziali, composti volatili estratti dalle piante e altamente concentrati, sono elisir popolari di bellezza e salute, impiegati per le loro innumerevoli proprietà terapeutiche e i benefici sullo stile di vita e la salute. Queste sostanze possono essere inalate, applicate per via topica sulla pelle o sparse nell’ambiente tramite l’uso di diffusori.

Essendo sostanze idrosolubili, gli oli essenziali possono essere facilmente mescolati all’acqua o ad un olio vettore per potenziarne l’efficacia ma soprattutto per garantire un elevato standard di sicurezza.

Se è vero che tantissimi sono gli usi e le applicazioni degli oli essenziali, in aromaterapia l’inalazione è sicuramente il metodo più diffuso per favorire stati di benessere e calma, così come l’ applicazione topica degli oli essenziali può essere utile per stati emotivi particolari.

Le cose si complicano invece quando si tratta di cura della pelle. Le applicazioni degli oli essenziali per la bellezza richiedono delle attenzioni particolari: se è vero che alcune di queste sostanze utilizzate frequentemente contro acne, psoriasi e eczemi si possono rivelare particolarmente utili ed efficaci, è anche vero che altre sono invece in grado di scatenare reazioni allergiche e cutanee. Proprio per questo motivo prima di applicare gli oli essenziali direttamente sulla pelle è consigliabile eseguire un patch test.

Come usare in modo sicuro gli oli essenziali?

Ecco qualche consiglio che ti aiuterà a prenderti cura della tua pelle senza effetti collaterali.

Oli essenziali e sicurezza: diluizione e ipersensibilità

Il fattore più importante nella corretta applicazione dell’olio essenziale sulla pelle è la sua corretta diluizione. Di che cosa si tratta?

L’uso topico di queste sostanza non garantisce sempre elevati standard di sicurezza: più un olio viene diluito prima di essere applicato sulla pelle, minore è la probabilità di incorrere in una reazione cutanea avversa.

La diluizione consiste nel mescolare piccole quantità di olio essenziale con alcune gocce di olio vettore in modo da renderlo meno concentrato: tra questi è possibile scegliere l’olio di cocco, di jojoba o quello di argan, che oltre a potenziarne i benefici e gli effetti, rendono possibile utilizzare gli oli essenziali in modo sicuro per la salute.

Tra gli oli essenziali quello di lavanda è considerato uno dei pochi sicuri anche da soli, ma i dermatologi consigliano in via preventiva di diluirlo per limitare al minimo qualsiasi rischio.

Un altro modo, dunque, per garantirsi un uso degli oli essenziali in totale sicurezza è quello di assumerli in modo consapevole, con una precisa cognizione degli ingredienti che li compongono.

Ad esempio, geranio, camomilla e ylang-ylang sono tra gli oli con il più basso contenuto di aldeidi e fenoli, composti irritanti presenti nelle piante. E’ bene selezionare dunque gli oli essenziali sulla base degli ingredienti, tenendo presente che le concentrazioni presenti oltre il quinto componente sono in genere pari all’1%, dunque ciò che fa la differenza sono i primi ingredienti della lista, che ne determinano la composizione.

Sapere quale olio utilizzare e come usarlo al meglio ti fornirà risultati sorprendenti ed evitare reazioni avverse ed effetti collaterali di qualsiasi tipo.

Prima di diluirli e utilizzarli sulla pelle, ricorda che gli oli essenziali vanno usati con cautela soprattutto in alcuni soggetti e parti del corpo, più precisamente su:

  • Donne in gravidanza. Sebbene la maggior parte degli oli siano ritenuti sicuri in gravidanza è sempre meglio utilizzarli con cautela in quanto possono creare fluttuazioni ormonali.

    Oli come rosmarino, rosa e salvia, se applicati con massaggio aromaterapico possono anche innescare un contatto tra sangue materno ed embrionale, generando il rischio di un aborto spontaneo

  • Bambini e neonati. A causa dei loro organi interni meno sviluppati, è vivamente sconsigliato applicare gli oli essenziali per via topica su neonati e bambini, a meno che non siano fortemente diluiti. Alcuni oli come il rosmarino possono causare problemi respiratori, mentre altri prodotti petroliferi generano convulsioni e devono essere utilizzati con cautela.

  • Pelle infiammata. Scegliere prodotti non adulterati e soprattutto sicuri è sempre la prima precauzione da adottare quando si utilizzano gli oli essenziali, sopratutto sulla pelle infiammata o danneggiata, particolarmente sensibile per la sua elevata capacità di assorbimento.

Fonte: https://elisirnaturali.it

Articoli correlati