23

Bonus ristrutturazioni e comunicazione ENEA, quando è obbligatoria? 

Il Bonus ristrutturazioni consiste in un bonus fiscale, agevolazione con possibilità di detrarre l’Irpef del 50%, che viene riconosciuto a chiunque abbia compiuto nel 2018 (e anche nel 2019, data la proroga) dei lavori di ristrutturazione di un immobile che abbiano comportato il miglioramento delle sue condizioni di impatto energetico e risparmio energetico. 

In sostanza se si affrontano  investimenti per rendere la casa migliore dal punto di vista dell’efficienza energetica si possono poi ottenere delle detrazioni ed agevolazioni fiscali interessanti, ma è necessario anche inviare la comunicazione ENEA obbligatoria per ottenere il Bonus ristrutturazioni. 

In sostanza, se si vuole ottenere l’agevolazione fiscale, bisogna comunicare sul portale ENEA che tipo di interventi si sono fatti e in che modo e percentuale essi abbiano impattato sul miglioramento energetico della casa. Per farlo, bisogna usare la comunicazione ENEA.

La Comunicazione ENEA consiste in una dichiarazione da inviare per via telematica su un apposito sito, per poter accedere a tutti i bonus per il risparmio energetico e per le ristrutturazioni. Come abbiamo detto il sito è stato messo online il 21 novembre 2018 e l’invio della Comunicazione ENEA è solamente telematico; da settembre essa è obbligatoria se si vuole accedere alle detrazioni, quindi vale la pena di conoscere cosa è la Comunicazione ENEA e come la si invia correttamente se si vogliono ottenere le detrazioni sulle ristrutturazioni di casa. Ora non resta altro da fare che capire quando la comunicazione ENEA diventa obbligatoria per i lavori di ristrutturazione della casa, e come la si può inviare online in modo da avere accesso alle detrazioni.

 La Comunicazione ENEA obbligatoria: quando?

 Ma per quali lavori di ristrutturazione è obbligatoria la Comunicazione ENEA? Lo abbiamo chiesto ai responsabili del sito specializzato eneaonline.it che ci hanno risposto che la Comunicazione ENEA diventa obbligatoria se si vuole ottenere l’agevolazione fiscale sulla ristrutturazione della casa, limitatamente a quelle spese che abbiano migliorato l’efficienza energetica, come il rivestimento delle pareti, la sostituzione degli infissi, e via dicendo. 

In pratica, l’agevolazione si ottiene solamente sulle spese che direttamente hanno migliorato l’isolamento della casa o la sua efficienza energetica, non quindi sul totale delle spese per la ristrutturazione. In poche parole, come specifica la stessa ENEA, il bonus (e la comunicazione, quindi) sono necessari per i lavori di ristrutturazione “solamente per gli interventi che comportano riduzione dei consumi energetici o utilizzo delle fonti rinnovabili di energia”. 

Possono essere interventi di manutenzione ordinaria/straordinaria, contro l’inquinamento acustico, di ristrutturazione, restauro, risparmio energetico, sistema antisismico, sicurezza e bonus mobili. 

Per poter comunque ottenere la detrazione del 50% dell’Irpef è necessario inviare la Comunicazione ENEA sull’apposito portale entro 90 giorni dalla conclusione dei lavori di ristrutturazione o dal collaudo. La Comunicazione ENEA deve contenere sia le informazioni anagrafiche del soggetto che riceve il beneficio fiscale, sia le informazioni sul tipo di immobile dove i lavori sono stati effettuati, sia il risparmio energetico che concretamente si è ottenuto e che deve essere calcolato. 

 Come fare la Comunicazione ENEA

 La Comunicazione ENEA deve essere inviata in via totalmente telematica per mezzo del sito apposito. 

Grazie al portale online, si può inviare a Comunicazione ENEA con tutte le informazioni necessarie per accedere poi alla detrazione del 50% dell’Irpef per le spese di ristrutturazione. L’adempimento è obbligatorio per tutti i contribuenti che vogliano accedere al bonus ristrutturazioni, siano cittadini condomini o imprese che fanno lavori di ristrutturazione e di miglioramento dell’efficienza energetica. 

Sul sito bisogna indicare, dopo la registrazione, i dati anagrafici ed anche il tipo di immobile dove sono stati eseguiti i lavori e il tipo di lavori: la comunicazione va inviata e stampata, e conservata per eventuali controlli. 

Articoli correlati